Alcuni anconetani si ispirano a Riccardo III:La mia città per un mosciolo!!!

  • Stampa

In un’epoca arida, ma parallelamente disseminata di negatività, come l’ attuale, anche la visione di una semplice targa del passato può far scaturire una serie  di riflessioni. Mette subito in luce la bellezza della semplicità, se paragonata alle attuali obbrobriose targhe bianche e blu. Poi Ancona....AN 50741, L’ epoca della dignità, della fierezza, del CAPOLUOGO di Regione, delle strade lisce come tavoli da biliardo, del Viale della Vittoria, quartiere espressione di una città in crescita. Ora Viale della Vittoria è divenuto Viale del Tramonto, è il simbolo dell’appassimento, del degrado, dell’oscurantismo in cui è piombata Ancona.
La via maestra, che conduceva al Monumento ai Caduti, la strada che ci ricordava l’unica guerra che avevamo vinto, è diventata il ricettacolo di fiere di infimo livello, quello spazio che dava la possibilità di percepire, percorrendolo, una inebriante sensazione di libertà, ora è periodicamente occupato da fatiscenti bancarelle che offrono cibo di strada. Tra poco toglieranno la targa Viale della Vittoria e lo chiameranno Viale dello stoccafisso. Agli organizzatori di tali maleodoranti messe in scena, che hanno affermato: Lasciateci lavorare, rispondiamo: Lasciateci vivere! Lasciateci vivere nei nostri quartieri con dignità e decoro!
Ancona oggi, in quanto a qualità delle strade, gareggia con i peggiori sobborghi dei paesi del quarto mondo. Basta un normale temporale e le vie diventano paludi, con pozzanghere enormi. Auto e bus lanciano schizzi pericolosi e potentissimi verso gli indifesi cittadini che si arrischiano ad uscire.
I moscioli, detti anche cozze o mitili, sono frutti di mare molto popolari ad Ancona. Visto l’incontestabile tramonto a cui sta andando incontro la città, ora capitale del mangiare per strada, sembrerebbe che alcuni anconetani ispirandosi a Riccardo III, che gridava “Il mio regno per un cavallo!”, abbiamo affermato con decisione:” La mia città per un mosciolo!”
Sono sicuro però, che ci sono tanti cittadini che desiderano arrestare il degrado, la decadenza, l’impoverimento della loro Ancona. Iniziamo da Viale della Vittoria! Diradati i fumi delle friggitorie di Re Stocco, riprendiamoci la nostra città!
Fra i “classici” del Premier Renzi c’è: Non dobbiamo più citare il passato, ma pensare al futuro. Guardare al passato è utile perchè ci fa constatare che nonostante oltre 50 anni di immenso, senza precedenti, progresso tecnico e scientifico ad ANCONA siamo tornati indietro!!!

20150328 183239

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
I tuoi commenti sono soggetti a moderazione da parte degli amministratori.
termini e condizioni.
  • Nessun commento trovato
Powered by Komento