ASSOCIAZIONE LIBERI COSTRUTTORI DEL DOMANI..... per edificare un'altra Italia

Un vocabolo ormai in disuso: INDIPENDENZA

La legge di stabilità è stata scritta sotto l’interessata dettatura di Bruxelles, una miriade di nuove tasse e imposizioni e in più la clausola di salvaguardia per la quale se non verranno rispettati i vincoli di bilancio, gli Italiani dovranno sborsare 52 miliardi di nuove tasse, con l’IVA Portata al 25,5% e la benzina 2 euro al litro! Poi c’è  il fiscal compact, che prevede tra l’altro una significativa riduzione, sempre tramite tasse pagate da noi, del rapporto fra debito pubblico e PIL, pari ogni anno a un ventesimo della parte eccedente il 60% del PIL, e per rispettare tale accordo la soluzione prospettata dai partner europei è quella di aggredire i risparmi degli Italiani con il prelievo forzoso. Un giorno ci diranno: “ Per il bene dei vostri figli, al fine di ridare slancio all’ economia è necessario che rinunciate a parte dei vostri risparmi, un tributo per la crescita del vostro Paese! ”. E come sempre ci crederemo, lasceremo, senza protestare, che si prendano i nostri soldi, così faticosamente accantonati, per vederli finire ancora una volta in un calderone gestito da malfattori, banditi e arrivisti senza scrupoli. Questi elementi  mettono chiaramente in luce che l’Italia ormai è un paese sotto tutela, dopo aver perso la sovranità monetaria sta rinunciando anche all’indipendenza. Si,  l’ INDIPENDENZA, un vocabolo purtroppo oggi in disuso, ma che indica un bene prezioso,   un valore incommensurabile, per cui patrioti ed eroi italiani hanno dato la vita. Come giudicherebbero i protagonisti dell’Unità d' Italia   una legge, quella di stabilità, strumento che detta i destini di un popolo perché contenitore di provvedimenti impositivi e imposte, concepita a Bruxelles da burocrati che se ne servono per conquistare le nostre industrie, appiattirci, impoverirci, renderci inoffensivi.  L’indipendenza è il fondamento di uno stato, che senza di essa diventa una colonia. La via che stiamo seguendo con tanta pervicacia e convinzione, quella della sudditanza assoluta nei confronti dell’Unione Europea è completamente sbagliata, ci porterà a perdere le nostre migliori qualità, il nostro carattere, il nostro spirito di iniziativa. Ingabbiati da vincoli insensati getteremo via per sempre quella nostra caratteristica essenziale: volare alto, più in alto degli altri, con la forza propulsiva dell’ intuito, dell’ingegno, dello stile,della creatività!

IMG 3857

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0
I tuoi commenti sono soggetti a moderazione da parte degli amministratori.
termini e condizioni.
  • Nessun commento trovato

Visitatori

Oggi250
Ieri328
Questa settimana1441
Questo mese4635
Totale98829
Venerdì, 23 Agosto 2019 21:48

liberi-costruttori-del-domani-200

logo con foto 540x309

ASSOCIAZIONE LIBERI COSTRUTTORI DEL DOMANI
Sede: Ancona
quousquetandem@tiscali.it

Presidente: Carlo Negri  Visualizza curriculum